L'Epifania tutte le feste porta via...





Dopo la serata dei falò, con pioggerellina sempre presente e in tarda serata anche più intensa, con fumo che sembra non aver dato auspici molto favorevoli, alle 11.30 circa del 6 gennaio, si è svolta la consegna degli attestati di partecipazione alle 8 borgate di Valvasone che avevano aderito al 35° Zîr dai Arborâs (vedi qui). Il francobollo è stato una novità che ha destato interesse e curiosità anche tra i non filatelici, sono state raccolte numerose prenotazione per la ristampa. Se volete altre notizie e "par furlan" leggete anche Vichipedie.
Non dimentichiamo che l'Epifania ricorda l'arrivo dei Re Magi al cospetto del Bambino Gesù, ed in particolare citiamo questa risposta dello storico e medievalista Franco Cardini sul Messaggero Veneto del 5 gennaio u.s., in un'intervista di Francesco Mannoni:
Perchè nella simbologia cristiana i Re Magi sono tanto importanti?
- Sono il segno che il Cristo non è soltanto il Messia degli ebrei, ma un Liberatore Universale. Il fatto che alla grotta, dopo i pastori arrivino dei barbari, i Magi che hanno visto negli astri la nascita del Cristo che gli ebrei aspettavano attraverso la parola di Dio tradotta in termini profetici nel Vecchio Testamento, vuol dire che c'è un disegno cosmico attraverso il quale Dio parla; con le profezie, direttamente al popolo eletto e attraverso i segni cosmici a quelli che non sono il popolo eletto, ma che sapendo ben decifrare i segni del cielo, capiscono anche loro che si è in presenza di un Salvatore Universale.
Nel pomeriggio tradizionale benedizione dei bambini in Duomo e cerimonia informale con rappresentazioni e canti organizzati dai bambini con la collaborazione dei catechisti, dei genitori dei bambini che in aprile faranno la Prima Comunione e a cui spetta l'onore e l'onere (critiche e lodi comprese) di preparare il presepe della Chiesa e del Gruppo Scout.


Commenti

Post popolari in questo blog

Emigrazione friulana d’altri tempi

Piante spontanee di primavera - 6^parte