39^ Stagione Concerti a Valvasone - 6 maggio 2012

Il primo concerto della breve stagione che intende celebrare il 400° anniversario della morte di Giovanni Gabrieli, è stato affidato alle abili mani dell'organista e clavicembalista Luigi Panzeri che ha aperto nel modo migliore la rassegna con un concerto “promenade”: per dare ragione dello spirito della musica di Giovanni Gabrieli e dei suoi contemporanei ha sfruttato le storiche sonorità dell'organo cinquecentesco del duomo, poi il pubblico si è trasferito nell'attigua Chiesa dei SS Pietro Paolo e Antonio dove ha suonato all'organo positivo del primo '600 accompagnato validamente dal percussionista Giovanni Truant di Valvasone. foto di Franco BaldissaruttiI brani ai due organi sono stati inframezzati da alcune esecuzioni al clavicembalo (opera di Paolo Zerbinatti su modello di G.B. Giusti 1681). Veramente una bella e appassionante esecuzione assai gradita dal pubblico che numeroso ha seguito con attenta partecipazione. Il secondo concerto in programma per domenica 6 maggio, sempre alle ore 17,00 e sempre con ingresso libero, sarà affidato alle sapienti mani del rinomato organista e clavicembalista olandese Bob van Asperen; il concerto presenterà i contemporanei di Giovanni Gabrieli, in particolare l’influenza nel nord Europa sia di Gabrieli sugli altri compositori sia di questi sul Nostro. Tra gli autori ricordiamo, oltre allo zio Andrea: H. L. Hassler, J. P. Sweelinck, A. Willaert, C. Merulo, G. Picchi. Bob van Asperen suonerà oltre all'organo cinquecentesco di Vincenzo Colombi, unico organo originale veneziano superstite, un clavicembalo molto particolare, un clavicembalo con tasti spezzati, assai raro e dalle caratteristiche singolari per noi moderni abituati alla tastiera con solo 12 tasti.
Per saperne di più consultare http://it.wikipedia.org/wiki/Tasto_spezzato.
Ricordiamo inoltre che l'appuntamento concertistico sarà preceduto, per chi lo desidera, dalla visita guidata “ai luoghi e agli strumenti della musica a Valvasone” che prevede anche l'accesso al teatrino del Castello con interessanti affreschi anche di soggetto musicale. La visita è libera con ritrovo alle ore 15.30 in piazza Duomo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Emigrazione friulana d’altri tempi

Piante spontanee di primavera - 6^parte