Post

Visualizzazione dei post da 2009

Notizie da Valvasone

Immagine
E' disponibile in Chiesa, edicole e altri esercizi commerciali di Valvasone, il Bollettino Parrocchiale edizione Natale 2009. All'interno riflessioni e notizie sulla Parrocchia, a cura di don Domenico e collaboratori, con cronaca degli avvenimenti riguardanti Valvasone nel 2009.  

35n Zîr dai Arborâs -

Immagine
Ecco il percorso del 35°Giro dei falò, dopo il francobollo non poteva mancare il tracciato su Google; la partenza è al Ponte Delizia alle ore 19.15 circa e dopo le varie tappe indicate si giungerà all'arrivo in località Sassonia alle ore 21.15 circa.

Premiazioni e presentazione francobollo il 6 gennaio alle ore 11.30 presso la Sala Roma.


Visualizza 35n Zîr dai Arborâs in una mappa di dimensioni maggiori

35n Zîr dai Arborâs

Immagine
35 anni di “Arborât” a Valvasone

       Con l’anno 2010 si rinnova per la 35a volta la tradizione del falò a Valvasone, la consueta manifestazione del 5 gennaio legata ai riti dell’Epifania, a cui viene abbinato un itinerario denominato “Zîr dai arborâs”- Giro dei falò”, non competitivo in bicicletta, con l’accensione dei falò nelle varie borgate. L’accensione del falò o “arborât”come si dice a Valvasone, era una tradizione che correva il rischio di andare in disuso quando 35 anni fa il Circolo Culturale Erasmo di Valvason e il Gruppo Marciatori di Valvasone hanno preso l’iniziativa di organizzare un itinerario con una marcia non competitiva, che collegasse i falò delle varie borgate. Nei primi decenni gli itinerari erano addirittura due, con in comune l’arrivo e la partenza; l’idea di spostare numerose persone a seguire le varie accensioni fu infatti di stimolo anche alle borgate che avevano abbandonato la tradizione del falò e si creò una sorta di competizione tra le varie zone del p…

Preghiera di Nadâl

Mancano pochi giorni al Natale ...



e dopo questa preghiera, la Lettera di Natale firmata da 12 preti friulani per UNA CHIESA DALLE PORTE APERTE di cui riportiamo alcuni passi:
- Vorremmo soffermarci con voi a riflettere sulla chiesa che non chiude le porte a nessuna persona, che le accoglie tutte, non in una generica bontà, bensì con attenzione al volto, al nome, alla vicenda umana di ciascuna/o; una chiesa che, come il padre del Vangelo, è in attesa e comunica al figlio tornato a casa l’amore che sana e guarisce le ferite, umanizza, incoraggia, non la durezza che irrigidisce, colpisce e allontana. Una chiesa che chiami a far festa, a condividere complessità, tribolazioni e speranze; a percepire e vivere incoraggiamento e sostegno…
Per questo non possiamo riconoscerci nelle parole e nei gesti di chi – anche rappresentante della chiesa - dichiara il no alle persone…: ci pare di percepire che la buona notizia del Vangelo inviti tutti ad entrare per poi comunicare, confrontarsi, dibattere.…

13 Dicembre - Riti del Solstizio d'Inverno - Santa Lucia

Immagine
Lucia, martire siracusana di epoca romana, è protettrice della vista proprio perchè con tortura le furono tolti gli occhi. Lucia...luce in un periodo dell'anno in cui le ore di luce sono ridotte e le giornata più "corte".  La tradizione di Santa Lucia è molto sentita in Svezia, le ragazze la sera prima del 13 dicembre, cantano per le vie, una canzone a Lei dedicata e con sul capo una corona con 7 candele accese. In Friuli e Veneto la tradizione si festeggia particolarmente a Udine in Borgo San Lazzaro con una fiera che si perpetua sin dal 1496. Per i bambini, come San Nicolò, porta piccoli doni a quelli che sulla porta o sul davanzale, hanno lasciato qualche biscotto e magari un po' di fieno o una carota per l'asinello suo aiutante. 
Secondo alcune tradizioni contando 12 giorni, a partire dal 13 dicembre, si possono trarre i presagi paragonando questi ai 12 mesi del nuovo anno.

Riti del solstizio d'inverno - San Nicolò

Immagine
San Nicolò, il 6 dicembre, è il primo dei riti tradizionali che segnano l'inizio del Solstizio d'Inverno.
"A San Nicolò si siera il bò", ricorda un proverbio friulano, a significare la pausa invernale dei lavori agricoli.
La tradizione di San Nicolò, portatore di doni e  benefattore dei bambini, è anche legata a due leggende; la prima secondo la quale il Santo, venuto a conoscenza della triste storia di tre povere ragazze senza dote e senza futuro, avrebbe durante la notte lanciato nelle loro abitazioni tre doni preziosi (è a volte raffigurato con tre palle "d'oro" in mano), la seconda invece racconta di tre bambini uccisi e il cui corpo era stato occultatato, che furono fatti ritrovare sani e salvi da San Nicolò.

Immagina che esista una Banca che ogni mattina accredita la somma di Euro 86.400 sul tuo conto.
Non conserva il tuo saldo giornaliero. Ogni notte cancella qualsiasi quantità del tuo saldo che non sia stata utilizzata durante il giorno.
Che faresti?
Ritireresti o spenderesti tutto fino all'ultimo centesimo ogni giorno, ovviamente!!!!
Ebbene, ognuno di noi possiede un conto in questa Banca.
Il suo nome? TEMPO
Ogni mattina questa Banca ti accredita 86.400 secondi.
Ogni notte questa Banca cancella e dà come perduta qualsiasi quantità di questo credito che tu non abbia investito in un buon proposito.
Questa Banca non conserva saldi ne permette trasferimenti.
Ogni giorno ti apre un nuovo conto.
Ogni notte elimina il saldo del giorno.
Se non utilizzi il deposito giornaliero, la perdita è tua.
Non si può fare marcia indietro.
Non esistono accrediti sul deposito di domani.
Devi vivere nel presente con il deposito di oggi.
Investi in questo modo per ottenere il Meglio nella salute, felicità e successo: l&…

BHOPAL - 25 anni fa LA TRAGEDIA

La notte tra il 2 e 3 dicembre 1984 avvenne a Bhopal, nella regione del Madhya Pradesh in India, un terribile incidente, la maggiore catastrofe industriale della storia, che provocò diverse migliaia di morti. In seguito ad una massiccia fuga di gas tossici, da una fabbrica di pesticidi di proprietà della multinazionale americana Union Carbide si sviluppò una nube di isocianato di metile, che si espanse su una zona densamente popolata. I morti si stima furono dai 16.000 ai 30.000 se si contano coloro che morirono nel periodo seguente per le conseguenze dell'intossicazione. I sopravvissuti, che riportarono gravi danni alla salute con invalidità furono almeno 200.000. Prima di quella notte vi erano stati altri incidenti e le acque dei pozzi, analizzate dopo la morte del bestiame, ma usate anche dagli abitanti della città, presentavano massicce quantità di mercurio, cromo, nichel, piombo, cloroformio e benzene. La notte del disastro per motivi di risparmio tutti i sistemi di sicurezz…

Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti

Immagine
L’edizione 2009 della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Waste Week Reduction), che si terrà dal 21 al 29 novembre 2009 con il supporto del programma della Commissione Europea LIFE+, consiste in una elaborata campagna di comunicazione ambientale promossa dall’Unione Europea, che dal centro si dirama alla periferia, coinvolgendo i livelli nazionali e locali degli Stati Membri aderenti.
Lo scopo principale è promuovere, tra i cittadini, una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente.

tratto da menorifiuti.it
Vi proponiamo alcuni criteri per ridurre considerevolmente la vostra produzione di rifiuti domestica, grazie alle scelte di acquisto.

Preferisci prodotti con poco imballaggio
Ci sono prodotti in cui gran parte dell’imballaggio è utilizzata per scopi promozionali o di marketing,che è inutile per il consumatore ma che a volte può incidere significativamente sul prezzo.
Preferisci prodotti concen…

26a Rassegna Teatri Furlan - chiusura trionfale

Immagine
La serata conclusiva della 26a Rassegna del Teatro Friulano è stata al di sopra di ogni aspettativa; non era mai capitato di dover lasciare fuori dalla porta gli spettatori, esauriti i posti siamo riusciti ad aggiungere alcune sedie ma non era sufficiente, c'era chi pur sapendo di dover rimanere in piedi voleva entrare lo stesso. Esaurita la capienza anche "in piedi", a malincuore abbiamo dovuto fermare gli ingressi.
Per chi fosse tra quelli che non sono potuti entrare, la Compagnia Arc di San Marc proporrà a Chions il 27 novembre alle ore 20.30 questo spettacolo, nell'ambito della Rassegna Teatrando nel Sanvitese (se qualcuno trova un link con il programma completo...).


Qui sopra l'interno del programma di sala con i nomi oltre che dell'autore Licinio Del Bianco e del regista Mario Di Martino anche dei bravi ed applauditi attori e di tutti coloro che hanno partecipato all'allestimento del intero lavoro teatrale.
Aggiornamento del 19 novembre: per il program…

26a Rassegna Teatro Furlan - sabato 14 novembre

Immagine
Si avvia alla conclusione la 26a Rassegna del Teatro Friulano a Valvasone; nelle tre serate gli spettatori sono sempre stati numerosi con l'Auditorium quasi sempre al completo, soddisfazione quindi per le Compagnie partecipanti e per gli organizzatori; agli abituali spettatori locali o dei paesi limitrofi, si sono aggiunti in notevole incremento quest'anno anche quelli provenienti da prov di Udine e Basso Sanvitese, segno quindi che oltre agli affezionati a cui giunge ogni anno il programma a domicilio via posta ha funzionato ache la promozione attraverso locandine e non ultimo anche sui numerosi siti web che propongono gli appuntamenti in Regione;
a tal proposito si segnala che chi volesse ricevere informazioni aggiornate sulle iniziative in programma, a scelta tra il formato postale tradizionale e quello di mail elettronica può contattare il Circolo attraverso i seg. indirizzi: valvasonerasmo@gmail.com, oppure seguire il blog che oltre agli eventi in programma proporrà anche…

26a Rassegna dal Teatri Furlan - 3a serada

Immagine
Piccola cronaca per immagini della terza serata della Rassegna, il pubblico come sempre numeroso e attento;
e per finire in "bellezza" grande attesa per sabato 14 novembre e la Compagnia "Arc di San Marc" di San Martino al Tagliamento (vedi in basso).





Musica e musicisti friulani

Un'esecuzione registrata venerdì 30 ottobre 2009 presso la Cantina Pitars a San Martino al Tagliamento
nell'ambito dell'iniziativa musicale
"Lacrime e sorrisi di donna" 
        Il m° Paolo Scodellaro risiede a San Martino al Tagliamento, si è diplomato nel 1988 presso il Conservatorio di Udine con il massimo dei voti e la lode, ha proseguito gli studi presso l'Accademia Santa Cecilia di Portogruaro ed ha partecipato a numerosi corsi con maestri prestigiosi. L'attività concertistica lo ha portato ad esibirsi sia come solista che in varie formazioni cameristiche nonchè come maestro accompagnatore di cori sia in Italia che all'estero.
Attualmente si dedica prevalentemente all'attività didattica.
Collabora con l'Associazione "Bertrando di Aquileia" insegnando nei corsi di pianoforte, musica d'insieme e armonia.

26a Rassegna Teatri Furlan - 3a serada

Immagine
7 NOVEMBRE
COMP. FILODRAMMATICA S.MARIA DI SCLAUNICCO
L’orloi
di Giacomina De Michieli
Si puedie scancelâ il passât? Il vuê aial dutis lis brisculis in man?
Il teatri puedial ancjemò dî alc om moderni?
Isal miôr che al vebi une morâl oben che al sedi demenziâl?
Chestis a son lis domandis che un che al scrîf teatri si pon.
“ L’Orloi” e je une comedie che a fâs ridi e ancje pensâ.
Si trate di une famee, come tantis, che e à lavorât une vite par meti dongje un franc e par vivi cun trancuilitât.



Vico, paron di cjase, al è un malât imagjinari, a reonzi la sô soference i capite un brut fat.
In chê sere si ribaltin, sintiments, sigurecis e pâs. Al sarès tant mior murî!
Ma prime bisugne sistemâ i afârs e maridâ la fie.
Dut al pâr risolt, ma il destin al cambie ducj i dissens.


26a Rassegna Teatri Furlan - 2a serada

Immagine
31 OTTOBRE
Compagnia Teatrale "Lis Anforis" di Sevegliano


Separazioni, divorzi, abbandoni sono il filo conduttore di questa brillante commedia.
E’ una lucida e amara incursione nei problemi della famiglia durante gli anni ’50, quando queste problematiche erano uno “scandalo”.
Il lavoro si snoda attraverso una serie di situazioni esilaranti nelle quali i personaggi, nel cercare di porre rimedio a queste vicende, ci fanno rientrare dritti ai nostri tempi.
(nota dell'autore Renato Sclauzero)

26a Rassegna di Teatro Furlan: Lis Compagniis e i lavors ca presentin a Voleson

SABATO 24 OTTOBRE -
COMP. TEATRALE "SGHIRAS"
VIOT DI VIODI
Commedia teatrale in due atti
(italiano)
Un episodio di vita vissuta a volte diventa teatro…
E può capitare che le persone reali diventano commedianti…
O sono stati invece i commedianti ad essersi spostati nella nostra vita di tutti i giorni….
Un’esistenza onesta interpretata da gente disonesta oppure una grande commedia
disonesta messa in scena da commedianti onesti?
Quali reconditi misteri dell’animo umano saranno svelati se un caso fortuito cambierà
le carte della vita?
Un uomo qualunque, una moglie devota, una colf iperattiva, una gattara con l’alzhaimer,
una sorella logorroica, un imbianchino dandy, la vicina impicciona, il becchino fuori
tempo e fuori luogo, un ragazzo figlio dei tempi, tutti personaggi che daranno corpo
ad una commedia di teatro e di vita.
Morale: in un mondo di ladri non sempre chi è cieco è all’oscuro!!!!
Comedie teatral in doi as
(….Tradusion par furlan di Nearet di Cuar….)
Un fat di vite vissude al po’ qual…

No volevin fa li robis in grant...

Immagine
Encja par chist an a taca la Rassegna dal Teatro par Furlan, no è dome una rima...vuardait il cartellon!
























Auditorium Scuole Medie Valvasone -ore 20.45-
Sabato 24 OTTOBRE
Compagnia Teatrale "Sghiras" di Nogaredo di Corno
presenta "VIOT DI VIODI"
commedia in due atti
testo di Paolo Marcuzzi - regia di Elga Tomat
Sabato 31 OTTOBRE
Compagnia Teatrale "Lis Anforis" di Sevegliano B.A.
presenta "“JESUS CE SCANDUL”
commedia brillante
testi e regia di RenatoSclauzero
Sabato 7 NOVEMBRE
Filodrammatica di S.Maria di Sclaunicco
presenta “L’ORLOI”
atto unico di Giacomina De Michieli
regia Patrizia Isoli
Sabato 14 NOVEMBRE
Comp. Teatrale ”Arc di San Marc”di S.Martino al T.
presenta "DURRRA FAILA CAPÌ A UN VICHINGO”
2 atti unici legati a doppio filo
regia Mario Di Martino