39^Stagione Concerti a Valvasone-13 maggio 2012

Anche il secondo concerto della Rassegna di musica antica di Valvasone che ha avuto come protagonista il famoso clavicembalista e organista olandese Bob van Asperen, ha avuto un'ottima affluenza di pubblico. É un buon auspicio anche per l'ultimo concerto che vedrà all'organo cinquecentesco di Vincenzo Colombi l'organista olandese Liuwe Tamminga titolare, con Luigi Ferdinando Tagliavini, degli organi storici della Basilica di S. Petronio a Bologna, dove suona i due magnifici strumenti di Lorenzo da Prato (1471-75) e di Baldassarre Malamini (1596) e i cornettisti di fama mondiale Bruce Dickey e Doron David Sherwin. Per tutti e tre i musicisti si tratta di un più che gradito ritorno, essendo stati presenti in varie occasioni nelle stagioni precedenti.
Il terzo (e purtroppo ultimo..) concerto della breve stagione che intende celebrare il 400° anniversario della morte di Giovanni Gabrieli, sotto il tema Toccate, Ricercari, Canzoni, Mottetti con passaggi e diminuzioni per cornetti si svolgerà domenica 13 maggio nel Duomo di Valvasone sempre con inizio alle ore 17.00. Quest'ultimo concerto concentra l'attenzione soprattutto sull'opera di Giovanni Gabrieli di cui si presenteranno per la maggior parte composizioni in cui il Nostro ha dato libero sfogo al suo estro interpretativo come le Canzoni. Ci sarà solo una presenza estranea, quella di Melchior Borchgrevinck, danese, allievo del Nostro.
Per dare almeno un'idea dello sfarzo compositivo ed esecutivo di Gabrieli, diversi brani verranno trasportati e diminuiti per i cornetti. Nei brani polifonici - come sono per la maggior parte, se non la totalità, quelli che ascolteremo in questo concerto - le varie voci, invece di essere tutte eseguite all'organo, per rendere più piacevole, facile e di maggior effetto timbrico i vari brani, saranno affidate tanto all'organo che ai due cornetti. L'esito sarà di sicuro effetto, data la riconosciuta professionalità degli esecutori.
Questo concerto sarà anche l'occasione per presentare un CD appena registrato nella Basilica di S. Petronio a Bologna di cui segue la presentazione a cura del dott. Loris Stella in altro articolo. Liuwe Tamminga ha inciso numerosi CD dedicati a M.A. Cavazzoni, G. Frescobaldi, W.A. Mozart, Andrea e Giovanni Gabrieli (con L.F. Tagliavini), F. Maschera, G. Puccini e tanti altri, conseguendo ripetutamente numerosi premi della critica internazionale (“Diapason d'Or”, Premio della Critica Discografica Tedesca, Premio Goldberg 5 stelle, Amadeus 2006, “Choc de la musique” e Premio Internazionale del disco Antonio Vivaldi ). La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Giappone.
Bruce Dickey, nato negli Stati Uniti, era ancora un giovane trombettista quando un breve incontro con il flauto dolce accese il suo interesse verso la musica antica, che lo ha portato a diventare uno dei più grandi interpreti e conoscitori di cornetto. Ha alle spalle decenni di registrazioni e collaborazioni con le figure leader nel campo della Musica Antica (J. Savall, N. Harnoncourt, G. Leonhardt, A. Parrott, T. Koopman, M. Huggett, P. Herreweghe), è fondatore e direttore del prestigioso ensemble
Concerto Palatino, con il quale ha inciso molti CD. Oltre all'intensa attività concertistica è insegnante presso la Schola Cantorum Basiliensis e ha tenuto corsi al Royal Conservatory dell'Aja, all'Accademia Chigiana di Siena, all'Early Music Institute presso l'Indiana University, al Conservatorio di Vicenza, ecc. Doron David Sherwin, nato a Hollywood (USA), ha conseguendo il diploma di cornetto presso la Schola Cantorum Basiliensis sotto la guida di Bruce Dickey con cui si è esibito in tutto il mondo come membro del Concerto Palatino; ha suonato con numerose altre prestigiose formazioni (La Reverdie, Arpeggiata, Capriccio Stravagante, Odhecaton, Oltremontano, Concerto Italiano e La Venexiana). Elogiato dalla critica come «uno dei migliori strumentisti del mondo», Sherwin è uno tra i pochi virtuosi di cornetto. Noto specialista sulle prassi esecutive d'improvvisazione, spazia dalla musica medievale e rinascimentale fino al repertorio jazzistico.
Come le domeniche precedenti, è possibile effettuare una visita guidata “ai luoghi e agli strumenti della musica a Valvasone” che prevede anche l'accesso al teatrino del castello dove recentemente sono stati restaurati diversi interessanti affreschi anche di soggetto musicale. La visita è libera con ritrovo alle ore 15.30 in piazza Duomo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Piante spontanee di primavera - 6^parte

Piante spontanee di primavera - 3^parte