L’ort: racconto musicale

copertina

Sabato 20 marzo, alle ore 20.45, nel Teatro comunale “Benois-De Cecco” di Codroipo debutta una nuova produzione teatrale friulana “L’ort- racconto musicale”. Tratto da “Manual critic pal ort (l’art da la jeche) di Stefano Montello, volume pubblicato nel 2008 da Forum Editrice Universitaria Udinese, lo spettacolo “racconto musicale” nasce da un’idea di Stefano Montello ed Elvio Scruzzi .

“L’Ort” ci propone appunto l’orto come metafora della vita e della conoscenza, come comunicazione e relazione sociale, come specchio della cultura e del carattere della gente friulana. Un orto perfetto, curato e gelosamente custodito, una specie di opera d’arte a cielo aperto.
Il racconto musicale si divide, come il libro, in due parti: una prima parte di generale approfondimento del tema ed una seconda parte più specifica, dove le singole colture dell’orto vengono trattate in maniera inusuale e divertente, lasciando ampi spazi ad una riflessione ironica e lieve, con l’unico scopo dichiarato di raccontare quel piccolo lembo di terra e di mostrare tutti gli agganci misteriosi che esso ha con la nostra vita, la nostra mentalità, la nostra storia ed il nostro modo di relazionarci con gli altri.
Nei contenuti si incrociano quindi agronomia, filosofia e poesia riunendo rigore scientifico e spessore artistico in cui orto e arte si identificano: entrambi sono “creativi” poiché alterano l’ordine dell’universo creando qualcosa di nuovo.
Oltre a Stefano Montello, voce recitante del racconto, “L’Ort” vede sulla scena Cristina Mauro – voce e musiche originali -, Ermes M. Ghirardini alle percussioni e Sebastiano Zorza alla fisarmonica. L’adattamento teatrale e la regia sono di Elvio Scruzzi. Il racconto musicale è stato allestito in collaborazione con Fabiano Fantini, MariaLuisa Rosso e Domini Impianti srl e con il sostegno della Provincia di Udine, della Banca Credito Cooperativo Basiliano e Credito Cooperativo Bassa Friulana.

 

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Emigrazione friulana d’altri tempi

Piante spontanee di primavera - 6^parte